Immagine 5

Il Geophysical Well-log è nato ufficialmente nei primi decenni del ‘900 ma ha trovato grande sviluppo ed evoluzione negli anni ’60 principalmente in relazione alla prospezione degli idrocarburi. Con il passare del tempo ed il moltiplicarsi di case produttrici, la tecnologia è diventata maggiormente fruibile e sono iniziate, di conseguenza, applicazioni differenti soprattutto nell’ambito dell’ingegneria civile, della geotecnica,  delle risorse minerarie e geotermiche.

Genericamente il Well-log viene utilizzato per determinare le proprietà fisico/chimiche delle formazioni geologiche attraversate da un foro di sondaggio e dei fluidi presenti. Il servizio viene eseguito con sonde collegate alla superficie tramite cavi di segnale.

Le condizioni geologiche sub superficiali e le caratteristiche ingegneristiche possono essere dedotte direttamente o indirettamente da una vasta serie di proprietà misurabili. I dati ottenuti dall’utilizzo di differenti sonde sono spesso combinati per determinare singole caratteristiche d’interesse.

Principali vantaggi del Well Log:

  • ♦ la lettura e la registrazione continua dei parametri fisici fornisce una quantità ed una qualità di dati non paragonabili alle tecniche geognostiche tradizionali;
  • ♦ permette di ottenere dati anche nei tratti a difficile recupero;
  • ♦ permette di ridurre il numero di fori a carotaggio ed eseguire invece fori a distruzione di nucleo economizzando sul costo e sul tempo d’esecuzione;
  • ♦ rappresenta un potente mezzo da utilizzare nella fase di progettazione.

La Waterstones S.r.l. utilizza sonde di tipo ‘standard’. I log eseguiti sono rappresentati da: